Luca Palumbo
romanzo

L’esperienza di un inverno sui Pullman della solidarietà per senza fissa dimora di Matteo Furst, operatore sociale al confine tra due mondi in bilico e apparentemente distanti, in una Roma ostile e dalle relazioni umane glaciali, raccontato senza pietismi, con una stile diretto e cinematografico. Matteo, seriamente intenzionato a diventare il più grande precario del mondo, arriva a Roma proveniente dal suo verde nulla molisano, divide casa con coinquilini egiziani e rumeni e per lavoro distribuisce tè, biscotti e coperte a uomini e donne ai margini della città, provando a non finire nella disperazione egli stesso.

276 pagine, 12 euro

 

Quel maledetto freddo cane stupiva, stupivano le grasse gocce di cattiva umidità che sgorgavano da ogni angolo della città, una città calda ma che tremava nei suoi meandri e in quelli dei suoi abitanti.

Luca Palumbo è nato a Napoli nel 1976. Caporedattore del web magazine Creativity papers, ha pubblicato le raccolte di racconti Il pianista nano (0111 edizioni, 2009), Cinico irreale (Edizioni Creative, 2012) e diversi racconti pubblicati su antologie e riviste, tra cuiThe clash – Lo scontro e Laspro (Lorusso editore). Vive e lavora a Roma.

“Il libro di Luca Palumbo accende una luce su quelle storie a cui pochi fanno attenzione”: recensione su C.O.R.E. online
“Luca Palumbo dà una testimonianza di straordinaria onestà intellettuale”: recensione su Il Paradiso degli Orchi
“Un vero romanzo sociale, che scruta a fondo tra le pieghe della sconfitta, tra le promesse non mantenute dalla società del benessere”: recensione su Mondoscrittura
“Un libro coraggioso”: recensione su Fuori le Mura

Filters: